DIRECT PHONE
+39 335 8307245
+39 335 1326206
+39 081 8771931

Beds
Breakfast
& Kindness



Benvenuti

Siamo Vera e Antonino, i proprietari de IL GIARDINO SEGRETO, un B&B che si trova al centro di Sorrento




Saremmo molto felici di potervi ospitare nel nostro accogliente bed & breakfast che è situato proprio in centro, nella principale Piazza Tasso.
L'antico palazzo che lo ospita, conosciuto da tutti i sorrentini come «il Palazzo di Cristallo», si trova in uno degli angoli più suggestivi della piazza e nasconde al suo interno un classico giardino sorrentino del quale potrete ammirare e gustare, secondo le stagioni, le arance, i limoni, le melagrane, le nespole e sul quale svetta un bellissimo olivo che da' il nome ad una delle tre singolari camere del Giardino Segreto: l'Olivo.



Le altre due camere le abbiamo chiamate il Limone e il Melograno.
Ci piacerebbe che il vostro soggiorno presso la nostra dimora diventi un'esperienza unica e indimenticabile che vi consenta di godere delle tante bellezze e opportunità che il nostro territorio offre.

Il GIARDINO SEGRETO ha iniziato la sua attività il 25 marzo 2016 aprendo agli ospiti le sue stanze, tutte dotate di bagno privato, di aria condizionata e riscaldamento, di collegamento internet gratuito, di un impianto di ascolto musica ad alta fedeltà, della moderna tecnologia smart-TV, della possibilità di vedere i propri contenuti multimediali sul grande schermo della tv attraverso la rete Wi-Fi con l'ultima generazione dell'Apple TV attraverso la quale si accede al grande catalogo di films e documentari che viene offerto con la rete NETFLIX.
Tutti gli ambienti sono stati curati nei minimi dettagli nel corso di un'approfondita ristrutturazione e tutte le camere sono spaziose, accoglienti, fresche e funzionali.




Un po' di storia

La Piazza Tasso è “nata” nel corso del XIX secolo in seguito alle trasformazioni urbanistiche che si ebbero a Sorrento. Inizialmente il suo nome era Largo del Castello. Originariamente, infatti, là dove oggi sorge la statua di sant’Antonino, vi era un castello risalente all’epoca di Ferdinando d’Aragona (XV secolo) che fu demolito nel 1843.



Nel 1844 si procedette alla demolizione delle mura costruite lungo i valloni, risalenti al Cinquecento, e che avevano svolto il ruolo di difesa dalle incursioni. Infine nel 1866 fu abbattuta la porta di accesso alla città dal lato orientale, detta Porta del Piano, alla cui sommità si trovava la statua in tufo di Sant'Antonino. La statua venne rimossa ad opera del suo artefice A. Torrese e fu sistemata su un pilastro costruito presso l’albergo Rispoli. Nel 1870 fu inaugurato il monumento dedicato a Torquato Tasso.

Nello stesso periodo, dopo che l'Amministrazione Comunale deliberò l’apertura di una nuova strada, sorsero, spesso dal riadattamento di costruzioni preesistenti, tutti gli edifici ottocenteschi che delimitano l'attuale Corso Italia.
Il Palazzo di Cristallo era già presente nel XVI secolo e si trovava immediatamente al di fuori della porta principale delle mura di Sorrento. Esso sorge parzialmente su antiche cisterne di epoca romana denominate "Cisternoni".

I cisternoni sono opere di ingegneria idraulica realizzate in epoca romana. Si tratta di grosse vasche coperte che servivano ad approvvigionare di acqua potabile quegli insediamenti che erano disseminati lungo la costa della penisola e che consistevano prevalentemente in grosse ville suburbane costruite per gli ozi di famiglie nobili o benestanti che qui trovavano le migliori condizioni di vita che potessero immaginare (si trattava di nobili cortigiani al seguito dell’Imperatore che, a sua volta preferiva queste terre per la loro amenità, oppure di condottieri valorosi che si erano conquistata la ricchezza grazie alle loro vittoriose imprese militari).

I cisternoni ancora oggi continuano ad espletare egregiamente la loro funzione. L’acqua proveniva da sorgenti poste in territorio dell’attuale Piano di Sorrento, da cui partiva una condotta che si sviluppava quindi per una lunghezza di circa cinque miglia. Prendono il nome dai signori che furono proprietari di quegli horti nel sec.XVII, ma furono costruiti in epoca romana, insieme all'acquedotto che li alimentava, detto del Formiello. Il complesso idrico delle cisterne di epoca romana è posto immediatamente a ridosso dell’angolo di Corso Italia con Piazza Tasso, al di sotto di giardini ed aree in parte private ed in parte comunali.



I Cisternoni di Spasiano, per la loro importanza e le dimensioni sono una testimonianza dello sviluppo raggiunto dalla città in età augustea, quando le terre della Penisola sorrentina furono assegnate ai veterani e sulla costa sorsero numerosi ed ampi complessi residenziali. Oggi rimangono due cisternoni: il primo formato da nove "concamerazioni", ancora utilizzato per l'alimentazione idrica di Marina Grande e Marina Piccola; l'altro di dieci "concamerazioni", in stato di completo abbandono. Di notevole capacità, è un'opera laterizia a forma di parallelogramma con volte a botte e rivestiti all'interno di una malta durissima, furono certamente restaurati sotto Antonino Pio, come risulta dal ritrovamento di un'iscrizione scolpita su una fistula acquaria di piombo, conservata oggi presso il Museo Correale. I cisternoni presentano una particolarità che li ha fatti funzionare fino ai nostri giorni e per cui possono ancora assolvere la loro funzione: le pareti interne sono ricoperte di un compatto strato di intonaco che ha la caratteristica di essere estremamente rigido e duro, atto a scongiurare rischi di fessurazioni o depauperamento del rivestimento. Questi tipi di impianti facevano parte delle normali conoscenze tenologiche degli ingegneri romani che li disseminarono per l’intero impero ma soprattutto nelle terre conquistate in Africa, laddove (come si vede nei ritrovamenti archeologici di Cartagine) venivano usate prima come catalizzatori e poi come accumulatori di acqua.



Location

La nostra struttura si trova nel vero centro della città, in posizione strategica. Infatti si trova a:
  • 200 m dalla stazione ferroviaria
  • 100 m dal centro storico
  • 200 m dal parcheggio comunale "Lauro"
  • 100 m dal parcheggio privato "Chiomenzano"
  • 30 m dalla stazione dei taxi
  • 200 m dalla stazione degli autobus
  • 5 minuti a piedi dal porto
Proprio di fronte al nostro palazzo c'è la Chiesa della B.V. Carmine, risalente alla seconda metà del XVI secolo (1572). Una volta fuori dal cancello so possono raggiungere facilmente tutte le zone della città: la stazione ferroviaria, il porto (dove si prendono gli aliscafi per Capri e Napoli), la stazione degli autobus e i vari parcheggi. Siamo inoltre situati a meno di 100 metri da via San Cesareo, l'ex "strada-mercato" di Sorrento, il "Decumano Maggiore”, e anche da "Corso Italia”, la via dello shopping. Ad appena 300m c'è il Museo Correale di Terranova che, nonostante non sia molto grande, è il museo più importante di tutto il sud Italia, e, più o meno alla stessa distanza, si trova la "Villa Fiorentino”, sede di mostre ed eventi culturali.
Nel centro storico potrete trovare un altro piccolo gioiello della nostra città: il Museo Bottega della Tarsia Lignea che espone numerosi pezzi d’intarsio dei secoli scorsi che hanno reso famosa Sorrento nel mondo.
È inoltre possibile fare alcune splendide passeggiate sui vari percorsi che si trovano nella Penisola, il più famoso di essi è "il Sentiero degli Dei". Questo percorso, famoso in tutto il mondo, collega Agerola, piccola cittadina sulla costa amalfitana, a Nocelle, frazione di Positano arroccata sulle pendici del Monte Pertuso. Solo il nome può bastare per immaginare lo spettacolo che si può ammirare lungo il percorso. Seguendo il sentiero in direzione che va da Agerola a Nocelle si arriva di fronte al panorama della Costiera Amalfitana e Capri dove si resta sorpresi dalla vista mozzafiato (chiedeteci per ulteriori informazioni).


le nostre Camere


il Limone

La camera tipo "De Luxe", che noi chiamiamo “LIMONE” per il suo colore giallo come i limoni del nostro giardino "segreto", ha due balconi che affacciano sul Corso Italia (la strada principale di Sorrento) ed uno di essi anche verso Piazza Tasso. La camera ha una superficie di 22 mq oltre il bagno ed è quindi spaziosa ed accogliente.
Questa camera ha un grande letto matrimoniale delle dimensioni di 180x200 cm, con materasso di altezza 25cm. Secondo le richieste però può essere allestita con due letti singoli anziche uno matrimoniale.
In più ha un divano letto per una sola persona che non è di tipo "rollout", ma di tipo tradizionale con materasso da 107x180 cm e tutto quanto occorre perchè sia un letto comodo. La camera è dotata di parquet e di porta insonorizzante.


l'Olivo

La camera Exclusive (che noi chiamiamo "OLIVO", perché da uno dei due balconi si può ammirare l'albero di olivo del nostro Giardino Segreto) è dotata di un balcone e di un terrazzo-balcone privato a forma di "L" di 11 metri quadrati di superficie.
La camera ha una superficie di 26 metri quadrati più il bagno. È molto bella e spaziosa. La camera ha un ampio letto matrimoniale delle dimensioni di 180x200 cm. Secondo le richieste però può essere allestita con due letti singoli anziche uno matrimoniale.
Al contempo ha anche un comodo divano letto matrimoniale delle dimensioni di 140x190 cm. In totale nella camera possono essere ospitate comodamente quattro persone.


il Melograno

La camera Romantica, che noi chiamiamo "IL MELOGRANO" per il colore dominante degli arredi e del bagno che hanno lo stesso colore dei fiori che nostro albero di melagrane ci regala in abbondanza nell tarda primavera, ha una superficie di 18 mq più bagno più una bellissima terrazza di 30 mq che affaccia sia sulla strada principale ("Corso Italia", la via dello shopping), sia sul nostro giardino e sulle colline che circondano Sorrento.
La terrazza è attrezzata con lettini, tavolo e sedie in modo da poter godere del nostro sole e per avere alcuni momenti di relax. La camera ha un unico letto matrimoniale che non può essere configurato come due letti singoli.
In questa stanza possono soggiornare un massimo di due persone.
Ovviamente in questa camera, cos' come nelle altre due, è possibile mettere una culla per i nostri graditissimi piccoli ospiti.



la nostra Colazione

La sala colazioni è il luogo ideale dove cominciare la giornata: ogni mattina verrà servita una ricca prima colazione in perfetto stile italiano. Prepariamo ogni giorni per voi torte, brioches e Su richiesta è possibile preparare colazioni dedicate a chi ha problemi alimentari come celiachia, allergie, intolleranze ecc.


I nostri Servizi

Al B&B IL GIARDINO SEGRETO siamo pronti ad accogliervi in un ambiente familiare, in grado di offrire tutti i comfort e un'attenzione particolare ai nostri ospiti.
Incluso nel prezzo c'è:
  • la Prima colazione
  • la Linea Wi-fi
  • il Frigo bar
  • la Televisione con Apple-tv
  • l'Asciugacapelli
  • l'Aria condizionata e riscaldamento
  • la Diffusione sonora Hi-fi per i vostri contenuti multimediali
  • il Bollitore per il thé
  • la Cassaforte
I servizi a pagamento che possiamo fornire ai nostri ospiti sono:
  • organizzazione transfer da e per l'aeroporto
  • organizzazione di escursioni per Capri, Napoli, Pompei e la costiera amalfitana
  • organizzazione di escursioni in bike, trekking e diving
  • organizzazione con personale specializzato di eventi quali convegni, banchetti e riunioni in strutture appositamente predisposte nel centro di Sorrento
  • organizzazione di servizio con guida dedicata agli ospiti
  • cena all'interno della struttura (max 6 pax).

Cosa dicono di noi i nostri ospiti



13 settembre 2017 - Perfetto, dovrebbero essere tutti così

Tutto perfetto. Accoglienza da manuale, location centralissima e comodissima. Colazione super sia con dolci e confetture fatti in casa, sia con il salato. Stanze grandi, ben arredate e con tutti i comfort. In generale grande cordialità e disponibilità del personale. Siamo stati benissimo.

Fabiana e Andrea (Booking.com)

8 gennaio 2017

Vacanza indimenticabile, anche se breve, ospiti del Giardino Segreto di Antonino e Vera, due persone meravigliose, cordiali che hanno fatto dell'ospitalità un'arte.
C'è sembrato di conoscerli da sempre. Grazie di Cuore.

Lello e Nunzia

8 gennaio 2017

Ponte della Befana 2017 al "Giardino Segreto" di Sorrento Struttura nuova e dotata di tutti i comfort. Situata a pochi passi dalla centralissima piazza Tasso e vicinissima alla stazione della circumvesuviana. I proprietari Vera e Antonino sono persone gentilissime e preparano una squisita colazione fatta con prodotti naturali e, soprattutto, coi prodotti del loro "giardino segreto". Siamo stati ospitati come se fossimo stati a casa di amici di vecchia data.

Raffaele (Booking.com)

6 gennaio 2017

Il 'Giardino Segreto' è l'angolo di mondo in cui bellezza e poesia, gentilezza e arte dell'accoglienza si fondono nelle persone d Vera e Antonino!
A presto amici ...

Patrizia e Gianluca



28 agosto 2016 - E il sogno diventa realtà....

La cordialità, la simpatia,la disponibilità e l'apertura alla condivisione da parte dei proprietari, che sono davvero persone straordinarie, ti fa sentire coccolato in ogni momento. Degne di nota sono la colazione, con prodotti genuinamente artigianali, di ottima manifattura, preparati ogni giorno da Vera ed Antonino e la pulizia che regna sovrana in ogni angolo!!! Ovviamente la posizione di questo "angolo di paradiso" è eccezionale...in pieno centro di Sorrento!!! Sicuramente io e la mia amica ci ritorneremo ogni volta che andremo a Sorrento, visto che ogni anno è per noi una tappa obbligata fare un giro in costiera. Posto davvero MERAVIGLIOSO!!! Cosa non mi è piaciuto??? Beh...andar via!!!

Carla (Booking.com)


La Terra delle Sirene Posta in pittoresca posizione su una terrazza tufacea sul Golfo di Napoli, Sorrento è la cittadina più famosa della costiera Sorrentina.
Nota località di villeggiatura fin dai tempi antichi, Sorrento affascina turisti e visitatori con i suoi scorci mozzafiato, il paesaggio di giardini e agrumeti, le marine, il suggestivo centro storico, un’interessante architettura storica e religiosa, l’antica tradizione della tarsia e dei merletti.
Decantata dai poeti, celebrata nelle canzoni, immortalata nei dipinti, la bella terra delle sirene è conosciuta in tutto il mondo ed è una delle mete preferite del turismo internazionale. Godibile in ogni stagione dell’anno, di giorno e di notte, Sorrento, ospitale e allegra, accoglie i visitatori in cerca di sole, storia, arte, cultura e divertimento.
Numerose sono le chiese e i palazzi storici, sorprendenti i punti panoramici, caratteristici i vicoli pieni di negozietti e botteghe artigiane, eccezionale la qualità della sua offerta gastronomica. Non mancano poi locali, ristoranti e caffè dove trascorrere il tempo libero, i negozi sul corso principale in cui dedicarsi allo shopping, festival e manifestazioni culturali per animare le serate e, naturalmente, attrezzati stabilimenti balneari dove rilassarsi sotto al sole accarezzati da una piacevolissima brezza marina.

Unici al mondo: Pompei & Ercolano Pompei è nota in tutto il mondo per la tragedia che l'ha colpita nel 79 d.C., quando la ricca città romana fu sepolta dall'eruzione del Vesuvio, insieme a Stabiae, Oplontis ed Ercolano. Una immane tragedia che, però, ci ha permesso di ritrovare intatta, dopo quasi duemila anni, una testimonianza storica vitale, uno spaccato di vita comune nel più grande impero dell'antichità.
Gli scavi permettono al turista un salto nel tempo, un'immersione totale, in un mondo scomparso di cui la nostra civiltà occidentale reca il "DNA" e che si mostra senza lustrini o trucchi, ma con le sue grandezze e le sue miserie. Gli scavi ci permettono di visitare il salotto buono dei templi, gli edifici pubblici, le ricche ville patrizie, ma anche di passeggiare tra le antiche botteghe, le case popolari, le "osterie" e i lupanari, dove il cittadino comune dipanava la sua vita.
Particolarmente toccante è la vista dei calchi in gesso, un'"istantanea" dell'agonia a cui gli antichi pompeiani furono sottoposti dai gas roventi provenienti dal Vesuvio.
Ma la città di Pompei raccoglie in se due mondi molto distanti: da un lato ciò che resta di una delle più ricche città dell'impero romano e dall'altro la spiritualità cristiana, testimoniata dai tanti pellegrini in visita al rinomato Santuario dedicato alla Beata Vergine del Rosario di Pompei, testimonianza tangibile della devozione verso la Madonna. Il mondo pagano e quello cristiano convivono a meno di 800 metri di distanza, vicini nello spazio, lontani nei principi e nelle aspirazioni, conseguenti nel tempo.
Di Ercolano, che la leggenda vuole fondata da Ercole, sappiamo di meno a causa della profondità a cui è stata sepolta anche se i suoi edifici sono meglio conservati. I Bagni, il Collegio dei Sacerdoti di Augusto, un teatro, sono quasi intatti. Come pure la Casa del Bicentenario e la Casa dei Cervi, che hanno ampi cortili e una ricca decorazione.

L'isola dei sogni: Capri Un paesaggio di selvaggia bellezza scolpito dal vento, dal mare e dall’impronta geniale dell’uomo, questa è l'isola di Capri.
Lussureggiante, straordinaria, dal clima mite.
Di origine calcarea, Capri è l'isola mediterranea che ha visto nel tempo transitare intellettuali, artisti e scrittori, tutti rapiti dalla sua magica bellezza.
Un mix di storia, natura, mondanità, cultura, eventi, che qui si incontrano tutti i giorni e che hanno dato vita al Mito di Capri, un mito senza eguali nel mondo.
Ma Capri non è solo questo. Da punta Tragara al Faro, dal Monte Solaro a Villa Jovis, dalla certosa di San Michele al sentiero dei Fortini, tutto, proprio tutto, a Capri contribuisce a rendere la visita dell'isola una esperienza indimenticabile.

La divina Costiera Amalfitana Magicamente sospesa tra il cielo azzurro ed il mare che regala riflessi iridescenti, la Costiera Amalfitana sembra nata dalla tavolozza di un pittore che ha voluto utilizzare le sfumature di colore più calde e vive per creare un paesaggio che incantasse il visitatore al primo colpo, regalando emozioni uniche e panorami di tale suggestione da far dubitare, per un attimo, di essere reali.
E' la terra dove il profumo dolce delle zagare e dei limoni si armonizza con quello aromatico della macchia mediterranea e quello più acre della salsedine; dove i colori brillanti delle cupole maiolicate e quelli sgargianti delle buganvillea e dei garofani danno un evidente tocco cromatico alle tipiche abitazioni intonacate a calce, arrampicate a mezza costa ed aggrappate alle ultime propaggini dei Monti Lattari che precipitano vertiginosamente verso il mare.
Un paesaggio verticale, insomma, in cui si snoda un dedalo pittoresco di scalinatelle, stradine e vicoli che collegano i due elementi caratterizzanti il territorio costiero: la montagna ed il mare.
Amalfi, la cittadina che dà il nome alla Costiera, è situata allo sbocco della Valle dei Mulini; fu la prima delle quattro Repubbliche Marinare e per lungo tempo detenne il monopolio dei traffici commerciali con l'Oriente. Al centro della piazza principale domina il Duomo di Sant'Andrea con la scenografica scalinata, il campanile in stile arabo-normanno ed il suggestivo Chiostro del Paradiso. Interessante è il Museo della carta di Amalfi nonché gli antichi e suggestivi Arsenali della Repubblica.
Atrani, splendido borgo situato all'imbocco della Valle del Dragone, si apre ad anfiteatro naturale verso il mare, offrendo al visitatore scorci suggestivi e pittoreschi nonché il piacere di potersi rilassare nella piazzetta a due passi dalla spiaggia, lontani dal turismo di massa. Presso la bella Chiesa di San Salvatore de' Birecto (X secolo) avveniva l'investitura ufficiale dei dogi amalfitani.
Conca dei Marini, villaggio che vanta una secolare tradizione marinara, è un balcone naturale affacciato sul mare, circondato da macchia mediterranea e terrazzamenti coltivati a "sfusato amalfitano". Nel monastero di Santa Rosa, aggrappato alle pareti scoscese di uno sperone roccioso, secondo la tradizione fu realizzata la prima sfogliatella Santa Rosa.
Furore, anche detto il "paese che non c'è" per la sua conformazione urbanistica caratterizzata da abitati sparsi, circondati da terrazzamenti di vitigni. E' anche conosciuto come il "paese dipinto", per i bei murales artistici "en plein air" che danno un tocco cromatico alle abitazioni furoresi. Ma Furore è, prima di tutto, il paese del fiordo, scavato nel corso dei secoli dal torrente Schiato.
Minori, l'antica Reghinna Minor, vanta un'antica tradizione nella produzione di pasta artigianale nonché nella lavorazione dell'"oro giallo" della Costiera (il limone). Circondata da lussureggianti giardini terrazzati, il piccolo paese della Divina nasconde tesori architettonici di rara fattura, come i resti della villa archeologica marittima romana, risalente al I secolo d.C., la Basilica di Santa Trofimena ed il campanile dell'Annunziata in stile arabo-normanno.
Positano, mondana e modaiola, è sicuramente una delle località più conosciute della Costiera Amalfitana, per le sue suggestive scalinatelle, le case intonacate a calce che seguono l'andamento naturale delle montagne, creando un paesaggio verticale. Apprezzata da artisti e personaggi del jet-set sin dal primo dopoguerra, la cittadina è famosa per la produzione artigianale di sandali in cuoio e vestiti in cotone e lino (moda Positano), per i bei palazzi otto-novecenteschi ed i paesaggi da cartolina con lo sfondo della cupola maiolicata della Chiesa dell'Assunta e le isole Li Galli.
Praiano, il paese in cui si respira un'atmosfera autentica e genuina, lontana dal turismo di massa, con i suoi vicoletti che si fanno strada tra macchia mediterranea, terrazzamenti e pittoresche abitazioni e conducono direttamente verso il mare. Suggestivi e romantici sono i tramonti che vi si ammirano, con il sole color porpora che pian piano scompare dietro i monti, illuminando nello sfondo Capri con i suoi Faraglioni e la Penisola Sorrentina con Punta Campanella.
Ravello, il paese della Divina già decantato da Boccaccio nel Decamerone e che, con i suoi paesaggi da cartolina e la sua nobile atmosfera, fu fonte di ispirazione per Richard Wagner che, proprio nei giardini di Villa Rufolo, immaginò i magici Giardini di Klingsor. Buen retiro di personaggi del jet-set, è sede di uno dei più antichi festival musicali italiani, il Ravello Festival, che propone ogni anno un tema nuovo che abbraccia tutte le discipline artistiche. Accanto ad edifici sacri, spesso di epoca medievale, coesistono antichi palazzi e ville nobiliari e costruzioni contemporanee, come l'Auditorium disegnato dall'architetto brasiliano Oscar Niemeyer. Il panorama che si ammira dal belvedere di Villa Cimbrone è sicuramente uno dei più celebri al mondo!

Napoli, un'esperienza da non perdere Immersa fra il gigante e silenzioso Vesuvio e i fumanti Campi Flegrei, Napoli è una città metropolitana fatta di mille contraddizioni. Chiassosa, divertente, malinconica, vulcanica, dispettosa e generosa, comunque colma voglia di vivere.
Napoli è affascinante a tratti irresistibile, è una città a cui gli estremi sembrano piacere molto: vicoli stretti e bui incrociano viali ombreggiati da palme, facciate lasciate al tempo nascondono saloni barocchi e santuari, cappelle affiancano locali alla moda.
A volte sembra di essere in una città dove tutto è lasciato al caso, a volte nell’elegante Parigi. Poche città europee risultano così sorprendenti, e poche sono altrettanto incomprese.